Appuntamento con la poesia (del ciclismo) in terra leopardiana

Dopo la rapida discesa di morale giù dal Rombo ci aveva promesso un tramonto di stagione spettacolare, coi fiocchi. E il Principe è un atleta che la parola la mantiene sempre, perché non si esprime mai senza avere il reale polso della situazione.

Ed eccoci, nel clou dell’autunno di stagione, quando per qualcuno è già tempo di bilanci, per Tommaso Elettrico è ancora l’ora di attaccare il numero alla bici. Domani 11 settembre sarà nelle Marche, immerso in un’atmosfera di ciclismo, paesaggio e poesia.

«Sono impegnato alla 19esima edizione della Gran Fondo Leopardiana – ci spiega infatti appena tornato dall’allenamento di rifinitura – che si disputa da Recanati, nella città di Giacomo Leopardi». Una gara prestigiosa, di nome e di fatto, visto che quest’anno fa parte del famoso circuito-brevetto “Il prestigio” promosso dal mensile Cicloturismo.

Quali sono le condizioni fisiche e mentali del Principe? Ce le rivela lui stesso: «Sto bene, dopo la prova di domenica, sono in una buona condizione e cerco con determinazione il risultato pieno. Un risultato sin troppe volte sfiorato. Ma questo rafforza ancor più la mia determinazione».

Sarà un finale di stagione molto caldo, dunque, e non solo per gli aspetti puramente agonistici. C’è, infatti, un colpo di scena.

«Il prossimo anno lascio l’MgKvis» ha annunciato Tommaso domenica scorsa sul suo profilo Facebook (che nel frattempo – senza che cambi nulla per i fan – è stato trasformato in una pagina per raggiungimento di quota 5000 amici). Come un fulmine a ciel sereno ha spiazzato tutti i suoi sostenitori e non solo. «Abbiamo deciso così nonostante fossi già a posto per l’anno prossimo dal punto di vista contrattuale. Sono stati due anni magnifici e che ripercorrerei minuto per minuto. Ma un atleta a grandi livelli ha bisogno sempre di nuovi stimoli, ha bisogno di cavalcare le onde più alte contro il rischio di rilassamento e appagamento che può dare il mare calmo. Ringrazio tutti i componenti del team, lo staff e i dirigenti: ho pedalato, sono maturato e mi sono specializzato ulteriormente in una delle squadre più complete al mondo granfondistico». Per farla semplice: rimettersi, ancora una volta, in gioco. E’ lo spirito del campione, pronto a rimpastare tutto anche quando è giunto al vertice.

Nessuna novità, per ora, sul colore della prossima divisa. L’unica cosa certa è che nel giro di qualche ora qualche nome che conta si è già fatto sotto con le proposte.

E quindi #staytuned #stayelectric ancora una volta.

I dettagli della Leopardiana:

PERCORSO LUNGO

129km / 2400 mt di dislivello
Giorno: domenica 11/09/2016
Partenza: ore 8:45 da Piazza Leopardi
Tempo massimo: 7 ORE

Salita dell’Avenale – 3.3 km 6%

Salita di Capo di Rio – 1.1 km 11%

Salita di Cesolo – Passo della Cappella – 7 km 7%

Salita di Contrada Carreggiano – 2.4km 5%

Fosso Ricale – Recanati – 3.5 km 5%

Lascia un commento