Quando il ginocchio dice NO…

Featured Video Play Icon

CORAVARA, ALTA BADIA – Questa volta la regina delle Gran Fondo non ha il suo Principe. Campolongo, Sella e Pordoi hanno piegato le resistenze di Tommaso Elettrico, o meglio, del suo ginocchio.

«Alla fine è andata come ci aspettavamo – ha commentato, triste, il materano, che, com’è noto, aveva collocato la Maratona Dles Dolomites tra i principali obiettivi stagionali – purtroppo il problema che ho avuto al ginocchio dopo la caduta alla Eddy Merckx mi ha portato via tanti giorni di allenamento e ha scalfito il mio fisico. Si sa che in queste corse se non sei al top fai davvero fatica a restare con i migliori. La mia gara tra i meravigliosi colli dolomitici è finita dopo 70 km».

Un momento di sconforto e delusione da superare al più presto, a maggior ragione se dovuto non a demeriti dell’atleta ma a pure circostanze sfavorevoli. E questo, si sa, è un rischio da accettare quando si corre ad alti livelli. Lavori di restauro e consolidazione all’orizzonte, quindi: «Ora insieme alla squadra abbiamo pensato a un totale periodo di riposo per poi poter tornare ad affrontare allenamenti seri e riprendere a correre nel mese di Agosto».

Per quali prospettive, quali obiettivi? A quale prestigiosa corsa rivedremo il Principe ai nastri di partenza? Non ci è dato saperlo, «Non abbiamo ancora deciso la destinazione» commenta impassibile senza lasciar trasparire programmi. Ma «La speranza – conclude più fiducioso – è quella di fare un bel finale di stagione».

È proprio in momenti come questi che i campioni hanno bisogno del calore (magari della freschezza, vista l’afa che c’è) dei proprio supporter. È questo il momento in cui tifare Tommaso Elettrico più forte che mai, perché quando tornerà, ne siamo certi, esploderà.

È solo una bomba ad orologeria! E quindi, come sempre… #staytuned #stayelectric

Lascia un commento