Elettrico porta la maglia CPS in vetta al Teide: comincia la preparazione al tropico

Dal (raro) freddo polare della Murgia materana al caldo tropicale delle Canarie. Eccolo qui, Tommaso Elettrico, nel paradiso ambito da tutti i ciclisti, luogo ideale per gettare le fondamenta e rifinire i dettagli dell’imminente stagione 2017, la prima che lo vedrà vestire la maglia della CPS.

Il primo pensiero del Principe Materano non è però sulla sua preparazione. Le sue energie mentali sono sdoppiate, tanto è forte la tensione per l’imminente primo trofeo colline Materane, gara d’apertura della stagione su strada del sud, una corsa messa su congiuntamente dall’ASD Pedale Elettrico e dalla CPS D’Auria. Un sodalizio vincente come tiene a sottolineare lo stesso atleta: «Sono davvero felice di correre e collaborare con CPS, un’azienda seria come poche, pregna di professionalità come poche. Sin dal momento in cui ho avuto l’onore di visitare lo stabilimento mi sono reso conto della mentalità vincente che c’è alle spalle. Non potevo scegliere di meglio». Cresce dunque l’interesse intorno a questo evento e la curiosità per vedere per la prima volta il vincente granfondista dall’altra parte della barricata.

 

Bici pensata, progettata, ma anche bici pedalata, si è detto. Senza perdere di vista il principale obiettivo del 2017. Indovinate quale? Vincere, ovviamente.

Le parole di Tommaso, raggiunto telefonicamente mentre sorseggia una bibita fresca sulle rive dell’oceano (rigorosamente post allenamento) celano una calma apparente. «Mi sto allenando come ogni anno» spiega, ma la sua voce tradisce una calma apparente e un’energia scalpitante. Il motivo è presto detto: «Questa volta sono un po’ più indietro causa maltempo in Italia, ma presto mi rimetterò in carreggiata». E tornando in strada (e su che strade quelle delle Canarie) non mancano gli incontri eccellenti. Come quello con Fabio Felline (in preparazione con i compagni del team Trek), per esempio, il cui selfie congiunto ha già spopolato sui social, mentre «A giorni dovrebbe arrivare anche Alberto Contador. Si spera come ogni anno di incrociarlo e farsi qualche indimenticabile scatto insieme» ci confida il Principe.

Entriamo meglio nel dettaglio della preparazione: «Avendo perso un po’ di giorni a casa per la neve che ha letteralmente isolato Matera e la Murgia, territori d’elezione per le mie uscite in bici, sto affrontando un allenamento molto tranquillo, mirato a riprendere confidenza con il mezzo, accumulare ore di pedalata e mettere in cascina dislivelli». E cosa renderà speciale la preparazione di Tenerife? «Quello che è il così detto “specifico” l’ho appena approcciato questa settimana e lo affronterò per altri 15 giorni. Ora pian piano ci stiamo mettendo in rotta, ma vi assicuro che è davvero impossibile rifiatare su questa isola. Non c’è un metro di pianura».

E in fondo non è certo la pianura il territorio di caccia del Principe. Quindi non ci può essere luogo più adatto per scolpire i muscoli-biella della locomotiva, per caricare la molla prima del grande balzo nel 2017 delle gare.

Come continua la preparazione #Elettrica? Quali dettagli poter notare in Tommaso, cosa imparare di utile per migliorare la propria preparazione? Che sorprese riserverà il trofeo Colline Materane? Continuate a seguirci e lo scoprirete. Semplice, no? Basta solo #Staytuned #stayelectric #collinematerane #comingsoon

Lascia un commento