Elettrico regala emozioni anche in terra francese. Sua la Mercant’ Tour Bonette DT Swiss

Valberg – Magici spazi verdi e silenziosi, caratterizzano le cime del Col de La Bonette (2802 metri), uno dei valichi stradali più alti d’Europa che dà il proprio nome alla seconda delle tre granfondo del Mercant’ Tour: la Mercant’ Tour Bonette DT Swiss.

A salire sul gradino più alto del podio, il materano Tommaso Elettrico (Team CPS) che conquista così la sua seconda vittoria stagionale, dopo l’affermazione in terra elvetica nel Tour de Station.

Due vittorie speculari. In terra svizzera Elettrico ha attaccato lungo l’ultima salita andando a cogliere in perfetta solitudine il primo successo stagionale. Domenica, lungo l’impegnativa salita del Col de La Couillole, che fu scalata durante il Tour del 1975, (16 chilometri con pendenza media del 7%), il corridore della CPS di patron Franco D’Auria è riuscito a piegare la resistenza del giovane belga Nicolas Thomas e conquistare in perfetta solitudine la seconda vittoria stagionale, dopo 166 chilometri di gara e 4000 metri di dislivello superati.

Da ricordare inoltre che Elettrico si era piazzato al terzo posto nella Cyclosportive de La Madeleine, sempre in terra francese.

Durante i mesi del lockdown e quelli in cui era vietata l’attività sportiva, mi sono allenato bene – afferma Elettrico – cercando di raggiungere in questa seconda parte di stagione uno stato di forma ottimale. In Italia le granfondo faticano a ripartire e spesso raggiungo la vicina Francia per gareggiare. Manifestazioni impegnative in cui trovi al via corridori provenienti da diverse nazioni, tra cui alcuni professionisti ed Under 23. Indubbiamente la loro presenza stimola il confronto. Io ho vinto due eventi a cui ho partecipato e conquistato un terzo posto. Voglio ringraziare patron Franco D’Auria per la fiducia e l’opportunità di partecipare a questi eventi. Dedico a lui queste prime vittorie di questa stagione purtroppo caratterizzata dalla pandemia“.

Lascia un commento